Casa Romana

La prima campagna di scavi della domus venne effettuata dall’archeologo spoletino Giuseppe Sordini tra il 1885 e il 1886, grazie ai finanziamenti dell’ambasciatore inglese sir Savile Lumeley; tuttavia, a causa della mancanza di fondi, si dovette aspettare fino al 1912 per poter completare il recupero di tutti gli ambienti.
Durante lo scavo emerse un’iscrizione recante la dedica di una donna di nome Polla all’imperatore Caligola e ciò ha lasciato ipotizzare che la casa fosse appartenuta a Vespasia Polla, madre di Vespasiano, nativa di Norcia e proprietaria di beni nel territorio nursino-spoletino. La domus è stata datata al I secolo d.C. e i suoi ambienti conservano ancora i bellissimi mosaici pavimentali quasi intatti. Dopo un breve corridoio si accede all’atrium, con al centro l’impluvium, sotto il quale è una cisterna, ed il compluvium, che si apre nel soffitto.
Ai lati sono i cubicula e le alae, ambienti secondari che tuttavia presentano notevoli mosaici. In asse con l’atrium si trova il tablinum, la sala di rappresentanza della casa, fiancheggiato da due ambienti: a destra è il triclinium, disposto su un piano sopraelevato e ornato ancora oggi da una ormai frammentaria decorazione ad affresco; l’ambiente a sinistra mette in comunicazione con la zona dove sorgeva il peristilio,il giardino porticato interno alla casa, del quale rimangono alcuni frammenti di colonne.

ORARIO DI APERTURA
DAL 29 OTTOBRE AL 25 MARZO
Dal mercoledì al lunedì 10:00 – 13:30 / 14:00 – 17:30
CHIUSO il martedì
DAL 26 MARZO AL 28 OTTOBRE
Tutti i giorni
10:30 – 13:30 / 14:00 – 19:00

All’interno della Casa romana è visitabile fino al 24 settembre 2017 la mostra d’arte contemporanea Sculture da Viaggio di Dario Ghibaudo.

TARIFFE D’INGRESSO
Biglietto Intero € 3,00
Biglietto Ridotto A € 2,00 (da 15 a 25 anni)
Ingresso gratuito bambini e ragazzi fino a 14 anni di età; residenti e scuole del Comune di Spoleto